Le Paltriniadi

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche

Il commento del direttore: Veloce Paltrinieri. Coccolato, acclamato, aspettato, inseguito, celebrato. Fenomenologia acquatica del pre-Olimpico. Ma la piscina è ancora lunga…

Copyright foto: Swimbiz.it

Va in onda lo spartito dei 1500 nuotati a stile liberissimo: andante allegro in chiave di soul acquatico, guest star Gregorio Paltrinieri. Con lo scarico inserito post monti messicani è tutto un planare della piscina. Milano da nuotar, tanto per fare un riferimento all’ultima vasca, che è anche stata la prima stagionale. Così come ad ogni passaggio in passerella, il tifo si alza in piedi, ogni 50 nuotati tutti esperti di passaggi, il poeta del chilometro e mezzo può anche questo. Ullalà Paltrinieri, meglio di un petaloso acquatico, con le signorine che se lo mangiano (da mò) con gli occhi e le gare con il pilota automatico inserito: frequenza, ritmo, battito di gambe. Petaloso, appunto, distendersi acquatico. Spalma le sue larghe spalle, fisico asciutto, gambetta (Fina) a spinta propulsiva. Vai Greg, vai dove ti spinge (anche) il management acquatico dei Dao-Dao, l’agenzia del De Alessi ( Stefano) a tutto campo.

 

Shopping milanese per Gregorio Paltrinieri, dopo il Trofeo Città di Milano
Shopping milanese per Gregorio Paltrinieri, dopo il Trofeo Città di Milano

Ullalà Paltrinieri in elegantissimo shopping sponsor Milanese, pronto per cerimonie varie ed eventuali (foto). Paltrinieri lo tirano per il microfono, per il costume, per tutto il tirabile pre-olimpico, con il mantra allenante del Moro (l’allenatore Stefano Morini) “fuori allenamento ognuno può fare quello che vuole” che poi non sai se è un pensiero stupendo o solo per dire. Dove c’è Greg c’è acqua, e nel Fortino di Ostia anche ieri era un Dao e venire. Foto, flash, pose. Che siano iniziate in anticipo le Paltriniadi?

 

zicche@swimbiz.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram