Le promesse azzurre continuano a stupire

MG_228320copy_0.jpg

Copyright foto: swimbiz-paolo pizzi

Il nuoto giovanile azzurro conferma il suo ottimo stato di forma. Nei campionati primaverili in corso di svolgimento a Riccione sono ben 13 i primati della manifestazione battuti nei primi due giorni di gare. Dopo i sette record di ieri oggi ne sono stati registrati altri sei. Protagonista della giornata il giovane Lorenzo Glessi, atleta tesserato Gorizia Nuoto cat. ragazzi 98, che prima si prende il miglior tempo nei 100 dorso vinti in 55"98, poi nel pomeriggio stabilisce il record dei 400 misti in 4'29"76. Tra gli altri protagonisti della giornata anche il talento viterbese della Larus Fabio Laugeni, che si conferma come uno dei talenti più cristallini del nuoto azzurro. Per Laugeni è arrivata la vittoria con record nei 100 dorso cat. Juniores 94, con un buon 52"30, che migliora li precedente tempo di 52"89. Sempre nei 200 dorso miglior tempo anche per i Juniores 96 con l'atleta di casa, Simone Sabbioni, della Pol.Com. Riccione, che tocca la piastra dopo 54 secondi e 4 centesimi. Cadono anche i primati dei 200 rana ragazzi 98, ad opera di Giovanni Izzo (2'22"19) e quello dei 100 farfalla juniores ad opera di Francesco Giordano, atleta in forza alle Fiamme Oro , primo in 52"68.
"Il livello generale è buono - conferma responsabile delle nazionali giovanili Walter Bolognani - Lo testimoniano i record, le prestazioni cronometriche e le battaglie in vasca. Bisogna proseguire su questa strada e intensificare il lavoro. Credo che con una ulteriore e maggiore attenzione in fase di preparazione a particolari tecnici quali la partenza, la virata e la subacquea, potremmo apprezzare un ulteriore e significativo step a livello prestazionale"
pizzi@swimbiz.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram