Magnini “Lo sport non è matematica. Ai convocati: spaccate tutto”

Filippo Magnini, capitano dell'Italnuoto

A seguiti delle convocazioni per la nazionale italiana di nuoto che gareggerà ai Mondiali in vasca corta di Windsor, il capitano Filippo Magnini ha pubblicato il seguente messaggio su Instagram “Bye bye Mondiali in Canada. Il mio oro nei 200 stile con 1”44 non è bastato. È vero, non avevo come obiettivo partecipare ai mondiali. Quest’anno sono partito in relax e inizierò "serio" da gennaio, ma questo bellissimo tempo mi ha fatto sperare. Quest’anno la squadra sarà composta solo da 11 atleti. E non ci sarà nessuna staffetta maschile, che sono sempre state orgoglio per l’Italia. Lo sport non è matematica. Ai ragazzi convocati... SPACCATE TUTTO! sono con voi. Il Capitano”.

Lo scorso 7 novembre, in un editoriale(leggi qui) il Direttore di Swimbiz.it, Christian Zicche, scriveva:

Quattro azzurri sicuri, da federale regolamento post olimpico [...].Il resto del truppone? A saperlo, leggo testuale sempre dalla pagina federale, dall’osservazione e dalla funzionalità dei tempi ritenuti non per la semplice io partecipo perché vado veloce ma almeno con quel tempo in finale ci vado. Circoscritto, senza un preciso regolamento di tabella tempi e sulla discrezionalità del Dittì Butini, più i giovani emergenti che ormai riempiono il corollario della casetta in Canadà, e per carità sempre spazio ai giovani, di talento conclamato preferibilmente. Pre requisiti da acquisire fino al venti di questo mese, gare disponibili da Massarosa a Legnano ovvero sbrigateve ad annà veloci, che la piscina in Canadà rischia di non essere così affollata, per così dire più circoscritta del solito. Parrebbe, almeno.

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram