McEvoy punto esclamativo, 47”04 e 1° al mondo nei 100 stile

Il commento di Swimbiz: Cameron McEvoy alle Olimpiadi potrebbe attaccare il record mondiale. James Magnussen fatica, Cate Campbell supera i problemi al polso.

Copyright foto: The Australian

Un tempo impressionante persino per uno specialista come Cameron McEvoy. Ai campionati australiani di Adelaide,

Il punto esclamativo sui risultati ufficiali
Il punto esclamativo sui risultati ufficiali

sfreccia nei 100 stile in 47”04, nel mirino con vista su Rio il record mondiale di Cesar Cielo (46”91), e gli australiani mettono il punto esclamativo persino sui risultati. Primo tempo mondiale dell'anno, superando anche il campione mondiale in carica. Il cinese Ning Zetao (fece 47"96 ai campionati cinesi), che ha proprio l'Australia come usuale base d'allenamento. Secondo il diciassettenne Kyle Chalmers (48"03) e solo quarto James Magnussen (48"68). Ormai fuori dai Giochi in gara individuale, potrà forse dare un contributo alla staffetta 4x100 stile libero.

Le sorelle Cate e Bronte Campbell (LaPresse)
Le sorelle Cate e Bronte Campbell (LaPresse)

Intanto, nella semifinale dei 100 stile femminili Cate Campbell supera il turno col 1° tempo di qualifica (52"41). Sembrano superati i problemi al polso causa 'siesta aggressiva'(leggi qui), a parte le battute della sorella Bronte, che accede alla finale col 2° tempo più rapido (52"78).

Dopo la gara, l'ex azzurro Michele D'Oppido ha commentato per Swimbiz.it il 47"04 di McEvoy in proiezione olimpica(leggi qui)

moscarella@swimbiz.it