Notte prima degli esami, con la stella di Mattia

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
La notte porta alle finali azzurre di domani, con un pensiero alla stella di Mattia Aversa.

Alla fine ci siamo. Velocità e mezzofondo, mezzofondo di velocità, e con oggi su domani notte (In Italia) avremo il quadretto totale del mondiale corto canadese di Windsor. Ritornerà sua maestà pendolino d’oro Paltrinieri formato unico da chilometro e mezzo veloce, Gregorio praticamente contro il cronometro o circa quasi perché tanto gli avversari per il momento a trovarli in vasca sarebbe già una notizia , con gran rispetto per tutti ci mancherebbe. Con lui il gemello in prova, Gabriele Detti, che più che sonnacchioso qui pare ancora un modello diesel, il periodo è quello che è e si è visto con la sveglia acquatica dei 400 non proprio in linea con il carisma e la pratica consuetudine del talentuoso livornese. E a proposito di pratica, con la velocità quella regina dei cento metri stile libero rispunta Luca Dotto, sempre pronto alla ribalta e speriamo che questa volta sia il cento giusto nella notte prima degli esami finali, come si apprestano a tutta velocità le fanciulle tutte sprint Di Pietro e Ferraioli entrambe in finalona veloce. Su Fabio Scozzoli e sulla sua rana che scalpita, ci sarà motivo finale per festeggiare da subito il gran ritorno a tutto tondo ancor prima del risultato che sarà.

mattia-aversa

E in questa notte sempre e comunque azzurra lasciatemi salutare e rendere onore a un grande della pallanuoto che è stato Mattia Aversa, scomparso ieri a Torino. Con lui e con la sua passione, il suo talento, la sua simpatia e con la squadra che fondò la Torino ‘81, diretta oggi magistralmente dal figlio Simone nel massimo campionato di Serie A1, se ne va un bel pezzo di storia sabauda della pallanuoto. Come dire che la stella di Mattia rimane e rimarrà a brillare nel firmamento della vasca e della pallanuoto nazionale.

zicche@swimbiz.it