Orsi non trova la finale. Clamorosa squalifica Morozov

Il commento di Swimbiz: L'azzurro "Speravo di salutare il capitano in gara regina. Dotto? ci rifaremo entrambi nei 50"

Copyright foto: deepbluemedia

La Kazan Arena passa dalle esultanze al gelo totale. L'idolo di casa, Vladimir Morozov, nei 100 stile perde la testa al momento sbagliato. Si muove sul blocchetto. Squalifica. Sfuma il suo sogno di una finale mondiale in casa. Un altro possibile protagonista aveva già lasciato Kazan, Cesar Cielo, per un'infiammazione alla spalla sinistra. Per l'Italia. Marco Orsi prova a inseguire la finale, ma il suo 48"69 vale il 14° tempo "Sono soddisfatto. Senza i problemi che ho avuto, posso fare un grande 100 stile. Speravo di salutare Magnini nella gara regina, ma pazienza - dichiara ai microfoni Rai - Dotto? Ci rifaremo entrambi nei 50". Nulla da fare per Elena Gemo nella semifinale mondiale dei 50 dorso femminili. La bella nuotatrice in forza al Circolo Canottieri Aniene e alla Forestale, è giunta quinta nella sua semifinale con il tempo di 28"21, un crono che non le ha consentito di poter accedere alla finale di specialità. Una piccola delusione per la brava atleta veneta che però ha mostrato una certa serenità nel post gara: "mi dispiace perché non sono stata continua -  ha detto in mixed zone la dorsista azzurra - per dire: stavo meglio nei 100. Negli ultimi 15 metri ho perduto la coordinazione. Mi è mancato qualcosa. Mi sarebbe piaciuto fare una finale mondiale. Non si può avere tutto. Ora ci provo con i 50 delfino", ha concluso con un sorriso la Gemo. Sesto posto per la staffetta 4x100 mista mista azzurra composta da Simone Sabbioni-Arianna Castiglioni- Piero Codia-Silvia Di Pietro, record italiano in 3'45"59.
 
guarnieri@swimbiz.it   moscarella@swimbiz.it