Palermo vuol dire salute

Il commento di Swimbiz: la Piscina Comunale di Palermo dotata di un defibrillatore. Perchè la sicurezza viene al primo posto. 

La salute prima di tutto. Nello sport, come nella vita. Il monito viene da Palermo ed è un messaggio che punta a sensibilizzare l’intera comunità sportiva. Un’iniziativa partita di slancio dalle società private palermitane, ancora una volta per sopperire – purtroppo - alle mancanze e alle inadempienze delle organizzazioni pubbliche. Grazie alla partecipazione di tutte le società natatorie, Antonio Coglitore – presidente della Waterpolo Palermo – e Marcello Gilberti – numero uno del centro sportivo Telimar – hanno annunciato l’acquisto di un defibrillatore automatico di ultima generazione da donare a tutti gli utenti della Piscina Comunale di Palermo, che ne erano completamente sprovvisti. E non finisce certo qui. Oltre all’acquisto del defibrillatore, infatti, le società private in questione organizzeranno – entro la metà del mese di marzo – un corso BLSD di primo soccorso gratuito per 35 persone operanti nella struttura (tra nuotatori, amatori, tecnici e dirigenti), in modo che nella struttura venga garantita a tutti un’adeguata assistenza nell’orario di apertura della stessa, cioè dalle 8 alle 22. C'è da aggiungere che la Federnuoto, a tal proposito, aveva già lavorato bene, dotando di questo strumento i propri centri federali di Ostia, Foro Italico, Pietralata e Avezzano (www.swimbiz.it/site/node/1875). Certo è che quando la passione e la buona volontà delle società private vengono fuori, vanno premiate in tutto il suo valore. Perché la salute viene prima di tutto. 
 
petrocelli@swimbiz.it