Paltri 4×4

greg20style20-20Copia_1-1.jpg

Copyright foto: Swimbiz

 Già ti tocca il programma del sergente di ferro Stefano Morini che prevede anche la tortura dei 400 misti, in più in postazione televisiva ti giunge il commento-assalto di uno che vabbè, la storia della distanza se l'è mangiata a colazione pranzo e cena con gran finale nel 1992, ricordate l'urlo sovrumano di uno spettacolare Luca Sacchi? Bene il povero Gregorio Paltrinieri conduce la batteria del giro della morte a quattro stili con un dignitoso 4'19"30, che per uno abituato a migliaia di virate nei 1500 stile libero è come giocare  a Subbuteo quando non hai mai staccato le dita dai videogiochi. Sacchi dolce amaro, quindi. Prima carota con "vedi che rana il Paltri, mi ricorda quella del Rosolineo" con riferimenti al grande biondo, poi, incalzato dal Tommaso Mecarozzi fulminante sul Phelps pensiero-ritorno, mamma sì-mamma no, chiude un semi bastone sul quattroruote Gregorio "non è la sua specialità, non me lo vedo nella distanza in futuro". Vabbè almeno lasciamogli la speranza di un 4x4 da neopatentato...
 
zicche@swimbiz.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram