A Paltrinieri, Detti e Pellegrini il Collare d’oro del Coni. Rosolino nella Walk of Fame

Il commento di Swimbiz: Federica Pellegrini orgogliosa di non essersi ritirata dopo Rio 2016. Paltrinieri ricorda che "Perdere, ogni tanto, stimola di più"

Copyright foto: Rai Sport

Salone delle Armi a festa, per la cerimonia di consegna dei Collari d'oro del Coni al merito sportivo. Alla presenza dei Presidenti di Coni e Cip, Giovanni Malagò e Luca Pancalli, del Premier Paolo Gentiloni e del Ministro dello Sport Luca Lotti, sono stati premiati i campioni mondiali di Budapest Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti, mentre il Ct del Setterosa Fabio Conti è stato insignito della Palma d'oro.

Presenti  Super Greg e la Divina, che sul palco hanno risposto alle domande del Ct del Settebello Sandro Campagna, 'gran cerimoniere' e intervistatore per l'occasione "Dopo Rio 2016 ho pensato di smettere. Essere rimasta è, penso il più grande orgoglio della mia vita - ha commentato Federica, mentre per Gregorio, reduce dall'argento di Copenaghen - perdere ogni tanto può stimolare di più. Sono contento, perché convinto della scelta che ho fatto".

Premiati anche i campioni del nuoto paralimpico, come pure la Rari Nantes Torino tra le società, ma i riconoscimenti per l'acqua azzurra non finiscono qui. Max Rosolino, campione olimpico a Sidney 2000, entrerà infatti a far parte della Walk of Fame del Coni e vedrà il suo nome aggiungersi a quelli presenti sulle mattonelle del Foro Italico a Roma.

moscarella@swimbiz.it