Peaty i want you! Van Der Burgh pareggia il record mondiale in batteria

Il commento di Swimbiz: Pazzesco inizio di terza giornata, per il nuoto, ai Mondiali di Kazan.

Copyright foto: getty images

Ieri sorrideva sornione, nonostante l’argento nei 100 rana dei Mondiali di Kazan. Perché Cameron Van Der Burgh già pregustava la vendetta contro Adam Peaty nei 50. Pronti, via alle batterie del mattino e il sudafricano subito pareggia il record mondiale del britannico a 26”62, anche se le start list ufficiali davano come world record il 26"67 di Van Der Burgh a Roma 2009: il tempo di Peaty, infatti, tecnicamente non è mai stato ratificato per questioni burocratiche. Lo sloveno Dugonjic va a 8 centesimi da quel tempo, quindi tocca allo stesso Peaty che fa 26”68. Andrea Toniato in semifinale con 27"47, 13° tempo complessivo per l'azzurro, reduce da una lunga stagione che l'ha visto poche settimane fa stabilire anche il nuovo record italiano nella distanza alle Universiadi(leggi qui).
 
moscarella@swimbiz.it