Pellegrini-Lucas, l’Equipe parfait

Il commento di Swimbiz: Il prestigioso quotidiano francese intervista il coach e la Divina “Dopo i suoi allenamenti sono stanca, affamata, assonnata…ma il nostro sistema è perfetto”.

Copyright foto: l'Equipe

T-shirt, pantaloncini, occhiali da sole bordati di bianco e…chincaglieria al collo. Jean-Pierre Bidet, inviato de l‘Equipe, sceglie una descrizione del pittoresco Philippe Lucas per iniziare la sua intervista doppia, a Naïades, camp nella comunità di Grimaud “Che ho scoperto per caso, grazie a un documentario. E’ l’ideale, tra tranquillità e installazioni, per gli allenamenti” spiega il gallico coach. Un gelato a Port-Grimaud, un aperitivo a Saint-Tropez, è il massimo che concedono il traffico tipico del periodo e, soprattutto, i massacranti allenamenti del Gallico “Philippe riuscirà sempre a stupirmi. Mi sento stanca, affamata, assonnata” è l’eloquente commento della ‘reduce’ Federica Pellegrini. Eppure “Amo la sua calma e il suo approccio alla competizione: mi tranquillizza – così come trova il sistema Verona-Francia – perfetto, è il giusto equilibrio. Quando siamo a distanza, usiamo molto il telefono, perché Philippe non è molto da internet”. Intanto, i prossimi appuntamenti incombono. Questo weekend, Pellegrini, Magnini, Scozzoli, il team Adn e tanti altri daranno vita al I Trofeo Internazionale Città di Bari (28-29 giugno). Quindi, i Pellemagno faranno tappa al nord per la classica Swimming Cup – qui per tutte le info - di Milano (15 luglio, Aspria Harbour Club) e Torino (16 luglio, Palazzo del nuoto).
 
moscarella@swimbiz.it