Il primo oro di Michael Andrew, il giovane professionista

Il commento di Swimbiz: La prima vittoria a un Mondiale per questo ragazzo, che ha seguito un percorso in totale controtendenza col normale iter dei nuotatori americani.

Copyright foto: Getty Images

Uno abituato da anni a far parlare di sé. Per Michael Andrew un numero impressionante di record giovanili statunitensi. Che però, come sempre, devono necessariamente costituire la base di una crescita. E quella dell'americano è stata motlo particolare. Allenato dal padre, ex marine sudafricano, la madre come manager e la sorella come compagna di allenamenti. Ha solo 17 anni, ma già sa che non nuoterà per un college: è un professionista, con tanto di sponsor, da quand'era quattordicenne "Andare al college mi avrebbe impedito di realizzare il sogno di nuotare a Rio 2016 assicurò in un'intervista esclusiva a Swimbiz.it(leggi qui) – ma ho scelto io di essere un professionista, valutando con la mia famiglia pro e contro”. E' andato davvero ai Giochi, ora festeggia il primo oro iridato in carriera: nei 100 misti (51"84) ai Mondiali in vasca corta di Windsor. Sa bene che avrà sempre qualcosa da dimostrare, lui come il sistema di allenamento - e di vita, perenne globetrotter - impostato insieme alla sua famiglia. Ma intanto, oggi ringrazia il cielo (è molto religioso) per la sua prima vittoria internazionale.

moscarella@swimbiz.it