Questione di feeling, e intanto il nonno gode

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Italia a secco di medaglie, tutto rinviato. E a proposito di giovinezza acquatica...

Copyright foto: Satiro Sodrè

Relazione di giornata. Abbiamo uno stupendo feeling coi record (italiani) e un po' di abbonamenti ai quarti posti. Pazienza per le medaglie, ma domani è sempre e comunque un altro giorno, considerando l’attesissima corrida del chilometro e mezzo lanciato da Gregorio Paltrinieri all’inseguimento. Tattica e pretattica a parte, molto si deciderà a suon di virate e a frequenza di bracciata. Quella del nostro campionissimo mi è parsa un po' troppo elevata, forse strappa un po' rispetto al passato, più gambe da inserire, ma ripeto, tutto si azzera in quella che sarà la finalissima e adesso solo il cronometro dirà quale sarà lo spartito che ha in mente.

Della cronaca ormai sapete un po' tutto, e sapete anche che la super pugliese a farfalla, Elena Di Liddo - più Bianchi alla settima posizione - sarà in finale nella seconda opzione da podio di giornata. La farfalla è uno stile formidabile, che alterna grazia assoluta a potenza inimmaginabile, che nelle due donne azzurre tira fuori il meglio che ci potessimo augurare: e come feeling di nuotata pare più un delfino da combattimento (che poi con questo cambio di animale lo chiamiamo solo noi, perché nel mondo è sempre butterfly o papillon) il ‘nonno’ da sprint Nicholas Santos. Cinquanta metri d’oro alla campana dei quasi quarant’anni, che nemmeno un Gigi Buffon tra i pali s’immaginerebbe così veloce. Santos vola, e gode di uno splendore acquatico da categoria master che vola più di un ventenne. Cura del corpo al limite del maniacale e evidente esperienza in materia, il brasiliano alza l’asticella dell’età (vincente) natatoria. Integro e senza grassi aggiunti, foto strepitosa. E se la gode tutta, alla faccia dei nipotini.

zicche@swimbiz.it