Riccardo Vernole “Arjola Trimi mi ricorda Popov”

Il commento di Swimbiz: Il ct dell'Italnuoto paralimpica stila un bilancio dopo il positivo meeting di Berlino. Con l'azzurra protagonista.

Copyright foto: ipc

Paragoni importanti, con chi era considerato non solo un formidabile atleta, ma soprattutto un artista del gesto e della nuotata. l'Idm Berlin meeting è stato un successo per l'Italia e, soprattutto, l'apoteosi di Arjola Trimi "Quando nuota, mi ricorda Aleksandr Popov, un tutt'uno con l'elemento acqua" è il commento di Riccardo Vernole, ct della nazionale italiana di nuoto paralimpico, riportato dal sito Finp. Dallo zar della vasca a una rossa zarina italica che, nella capitale teutonica, ha stabilito "Un record del mondo nei 100 stile libero S4 e un record europeo nei 50 stile libero S4 che hanno dell'incredibile. Il programma gare non ha agevolato di sicuro le prestazioni di alcuni atleti, a causa degli orari, ma i ragazzi non hanno deluso le nostre aspettative. La Federazione ha investito molto su questa trasferta (19 atleti);abbiamo voluto dare a molti atleti la possibilità di giocarsi la convocazione". Infatti, in parallelo con il nuoto normo agli Assoluti di Riccione, sono arrivati i primi pass mondiali, direzione Glasgow, anche nella nazionale Finp: oltre ad Arjola Trimi, il poliedrico Federico Morlacchi e il dorsista Vincenzo Boni (anch'essi recordmen mondiali a Berlino), Francesco Bocciardo, Giulia Ghiretti, Emanuela Romano e la new entry Alessia Berra.
 
moscarella@swimbiz.it