Riccione, la vasca esterna sarà coperta. Ma il sogno è Roma

Copyright foto: Fin

Nella rassegna stampa mattutina, spesso è desolante scorrere i titoli riguardanti impianti natatori, tra chiusure, problemi o inaugurazioni con qualche corsia di meno rispetto al necessario. Ma oggi, fortunatamente, la buona notizia del Sindaco di Riccione, Renata Tosi: la vasca esterna del polo natatorio, 50x25 m, avrà una copertura. Considerata la carenza di vasche lunghe coperte in Italia, una notizia di peso, non a caso ripresa dal sito Fin "Ora il Centro Federale di Riccione, già sede dei principali eventi nazionali assoluti e di categoria, rappresenta uno dei centri acquatici più importanti in Italia e in Europa" il commento del Presidente federale, Paolo Barelli.

L'augurio è che eguale fortuna possa trovare anche Roma. Sede del più importante meeting internazionale d'Italia in campo acquatico, il Settecolli, ma dalle speranze di ospitare un grande evento azzoppate (anche) per l'assenza di una copertura sullo Stadio del Nuoto: impensabile che un Europeo o un'Olimpiade rischi di rimandare una sessione di gare per il maltempo, come accadde nel 2014 proprio a un Settecolli(leggi qui). L'augurio è che almeno il prossimo Centro Federale capitolino di Valco San Paolo, come auspicato dal Direttore di Swimbiz.it Christian Zicche (leggi qui l'editoriale), garantisca una vasca lunga coperta per gli allenamenti degli azzurri.

moscarella@swimbiz.it