Rosolino “Educazione acquatica un messaggio di civiltà”

Il commento di Swimbiz: Max Rosolino, a Milano per “Acquamica, Nuoto Anch’io Arena” spiega come avvicinare i bambini al nuoto attraverso il gioco.

Copyright foto: cosentino/newpress

La campagna tuffistica di “Rosolinox”, il biondo in ogni dove. L’inesauribile olimpionico di Sidney 2000 ha fatto oggi da gran cerimoniere, a Milano, per la tappa conclusiva delle Feste dell’acqua di “Acquamica, Nuoto Anch’io Arena”, iniziativa di acquaticità rivolta ai bambini delle scuole che vede la sinergia tra Arena, Fin e Kinder+Sport. “Quello che manda il progetto è un messaggio di civiltà, perché porta istruzione acquatica nelle scuole, tra le nuove generazioni. In altre parole, significa insegnare a stare in acqua e a nuotare a tanti bambini, dando loro gli strumenti per vivere l’acqua in sicurezza, evitando l’annegamento” commenta Massimiliano Rosolino. E il mezzo attraverso cui insegnare nuoto ai bambini è quello a loro più congeniale, il gioco “Le mie figlie, forse inevitabilmente, hanno già confidenza con l’acqua: Vittoria, che ha poco più di due anni, gioca con noi genitori, mentre Sofia, che ha quasi quattro anni, è già autonoma e non si stanca mai di giocare a rimanere a galla il più possibile”.
 
moscarella@swimbiz.it