Ryan Lochte, squalifica conclusa. Il ritorno a Roma con Phelps

Il commento di Swimbiz: Concluso il lungo periodo di stop dalla vasca, Lochte ora vuole le Olimpiadi di Tokyo 2020.

“E’ stata una lunga sospensione, ma è finita. Ho imparato a essere un uomo migliore… ora andiamo #Tokyo2020” un breve messaggio via social network, con cui Ryan Lochte annuncia la fine del periodo di squalifica imposto da Usa Swimming per la sua falsa denuncia al termine delle Olimpiadi di Rio 2016(leggi qui). Il lungo periodo di stop - salvo una fugace apparizione in una gara master - non è venuto tutto per nuocere. Lochte ha avuto il tempo di ricostruire la sua immagine fuori dalla vasca(leggi qui), dalla scuola nuoto per i bambini alla partecipazione a Ballando con le stelle, e trovato stabilità nel privato sposando la modella Kyla Reid e diventando padre. Ricalcando in modo simile il percorso del suo amico Michael Phelps, quando fu sospeso da Team Usa dopo l’arresto per guida in stato di ebbrezza. Saranno entrambi in acqua, l’8 e 9 agosto a Roma. Lochte per riprendere il filo con le Olimpiadi, Phelps per una serata in onore dei vecchi tempi. Entrambi gareggeranno per beneficenza al meeting Energy for Swim:

 

 

moscarella@swimbiz.it