Scalia, la ruota gira finalmente: BRONZO alle Universiadi. ARGENTO staffetta

Copyright foto: Deepbluemedia

Un anno fa, a Glasgow, firmava il Record Italiano dei 50 m dorso in semifinale europea, salvo poi vederselo soffiare, lasciandola persino fuori dalla finale, dalla co-azzurra Carlotta Zofkova nella semfinale successiva. E l'inverno successivo, il primato italiano non era bastato a Silvia Scalia per centrare il tempo limite per i Mondiali in vasca corta.

Agli scorsi Assoluti Primaverili, forse già temeva che il copione si ripetesse per la terza volta: due volte a record italiano, ma ancora sotto al tempo limite. Ma ha potuto tirare un sospiro di sollievo qualche mese dopo, appena prima del Settecolli, quando il Dt Cesare Butini ha deciso di premiare quella sua prestazione primaverile con la convocazione alla nazionale che tra poche settimane competerà ai Mondiali di Gwangju. La sorte sembra infine tornare ad arridere alla dorsista anienina, che oggi alle Universiadi di Napoli si è tolta la soddisfazione di una medaglia di Bronzo (1'00"43), stavolta nei 100 m dorso, prima che la 4x200 stile donne Caponi-Biagioli-Scarabelli-Ongaro chiuda la giornata con l'Argento in 7'59"68.

moscarella@swimbiz.it