Scelta la spedizione italiana per i Mondiali di Salvamento

Il commento di Swimbiz: Al termine degli assoluti il commissario tecnico azzurro Antonello Cano ha diramato la lista degli atleti che  saranno in gara ad Adelaide dal 7 all'11 novembre. Si parte con un collegiale dal 29 aprile al 5 maggio ad Ostia

 A poche ore dalla chiusura degli Assoluti di Livorno, il commissario tecnico del salvamento Antonello Cano ha comunicato la lista degli atleti che saranno in gara ad Adelaide per i mondiali previsti dal 7 all'11 novembre.
A comporre la formazione azzurra, oltre agli atleti qualificati di diritto, tre uomini e tre donne, altre sei scelti direttamente dallo staff tecnico della nazionale. A partecipare al mondiale saranno:Laura Pranzo (CN Nichelino), Erica Buratto (SMGM Team Lombardia), Chiara Pidello (VV FF Salza), Federica Ferraguti (Nuotatori Modenesi), Marcella Prandi (Carabinieri/SC Millesimo), Marta Mozzanica (Rane Rosse Aqvasport); Stefano Costamagna (Rane Rosse Aqvasport), Federico Pinotti (Fiamme Oro Roma), Matteo Montesi (Rane Rosse Aqvasport), Giovanni Legnani (Rane Rosse Aqvasport), Simone Procaccia (Fiamme Oro Roma/Interamnia Fitness Teramo) e Nicola Ferrua (Fiamme Oro Roma). Riserve Isabella Cerquozzi (Aurelia Nuoto Unicusano) e Franco Fanella (Marina Militare). Nello staff, insieme al CT Antonello Cano, gli assistenti Giorgiana Emili e Massimiliano Tramontana, il collaboratore tecnico Elena Pelle, il medico Andrea Felici e la fisioterapista Tiziana Vigliano.   
Per gli azzurri la preparazione inizierà il prossimo 29 aprile quando, sino al 5 maggio, la squadra si radunerà ad Ostia per un collegiale. 
Assente dalla lista Francesco Bonanni. Il portacolore delle Fiamme Oro, che domenica in mattinata aveva battuto il record dei 100 pinne, battuto poi da Simone Procaccia. Infortunatosi domenica nella finale Francesco è stato operato ieri alla spalla e dovrà effettuare un periodo di riposo.
Quello appena terminato è stato un campionato italiano di grandissimo valore, con ben quattro Primati del mondo stabiliti, uno da Matteo Montesi nei 100 metri manichino con pinne e torpedo, uno stabilito dalla staffetta delle Rane Rosse e, in una gara tra le più emozionanti viste ad un assoluto, due record, stabiliti da Francesco Bonanni la mattina e Simone Procaccia nel pomeriggio, nei 100 metri pinne. 
A commentare le gare è stato Vincenzo Vittorioso, presidente sezione salvamento: "Non ho mai assistito in tutta la mia carriera di atleta e dirigente e nella mia esperienza olimpica, mondiale ed europea – ha detto Vittorioso - ad una gara come quella di domenica scorsa ai campionati assoluti di salvamento a Livorno, in cui stati stabiliti ben quattro record del mondo con una cadenza impressionante. Al mattino, nelle batterie, prima Simone Procaccia batte il record di Francesco Bonanni e a distanza di pochi minuti quest’ultimo lo migliora ancora e se lo riprende. Il pomeriggio, nella finale, Procaccia stabilisce di nuovo il record e dietro di lui Stefano Costamagna, un giovane, chiude anch’egli al di sotto del primato precedente. Questa gara, se mai ce ne fosse bisogno, è lo sponsor migliore per la nostra disciplina che unisce la pratica sportiva alla funzione sociale”. 
pizzi@swimbiz.it