Sette anni dopo, Katinka Hosszu batte il suo record europeo

Il commento di Swimbiz: Un primato nei 400 misti inseguito a lungo dalla campionessa ungherese. E brilla anche l'Italia a Marsiglia.

E’ abituata a stabilire anche primati mondiali. Ma questo record, evidentemente, ha un sapore speciale per le. “Ho inseguito questo momento per più di sette anni, battendo il mio tempo del 2009. E' proprio vero, mai demordere”  l’eloquente frase di Katinka Hosszu su Instagram dopo il suo 4’29”89 nei 400 misti, nuovo limite europeo, nella tappa marsigliese del Golden Tour. Circuito francese che, da quest’anno, è intitolato alla scomparsa campionessa francese Camille Muffat(leggi qui). Una Hosszu che spesso si confronta col suo passato, la finale olimpica 400 misti di Londra 2012 come spartiacque, un quarto posto che la scioccò e la spinse a cambiare radicalmente filosofia di nuoto e di vita. Nutrita anche la rappresentativa italiana al meeeting di Marsglia. In evidenza Martina De Memme argento negli 800 stile (8’32”49), Martina Carraro oro e record della manifestazione nei 50 rana (31”13), con Michela Guzzetti  bronzo (31”90) e altrettanto Fabio Scozzoli nella gara maschile (ex aequo 27”92). Terzo gradino del podio anche per Matteo Rivolta nei 50 farfalla (24”01).

 

moscarella@swimbiz.it