I signori del mare: Bridi e Ruffini trionfano in World Cup

Arianna Bridi

Copyright foto: Deepbluemedia

Simone Ruffini (Deepbluemedia)

Lui ci sta prendendo gusto, per la seconda volta consecutiva trionfatore in classifica generale. Come un Valentino Rossi delle acque libere, tappa dopo tappa Simone Ruffini ha costruito il suo trionfo in Coppa del Mondo. Come il motociclista, Ruffini è uno pronto anche a rischiare, quando serve, per raggiungere l'obiettivo. Mai da solo, sempre affiancato dall'amico Federico Vanelli, anche lui protagonista nella World Cup di quest'anno. Scuola Emanuele Sacchi, esperienza da vendere.

Lei è entrata nell'anno della consacrazione. Arianna Bridi si fece notare presto dall'Italfondo, che le aprì le porte della nazionale per allenarsi con le migliori, imparare e 'rubare' con gli occhi i loro segreti, respirare quotidianamente aria di gran fondo. Bronzo europeo lo scorso anno, altri due ai Mondiali della scorsa estate. Ha il talento e l'esuberanza dei giovani, come il suo tecnico Fabrizio Antonelli, fresco di nozze. Ha dominato la classifica femminile. Voleva ripagare la fiducia dimostratale, l'ha fatto vincendo anche la tappa finale, Hong Kong, il porto libero per antonomasia, come libere sono le acque di questo sport. Che vede due italiani, come Ruffini e Bruni lo scorso anno(leggi qui), signori del mare.

moscarella@swimbiz.it 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram