Silvia Di Pietro passa all’Aniene

Il commento di Swimbiz: Il giovane talento romano va nella società di Giovanni Malagò per giocarsi la propria carta olimpica. Il suo allenatore Enrico Zito ci racconta in esclusiva le ultime settimane di lavoro.

Cambio di società per Silvia Di Pietro. Reduce da un 2011 difficile, con un problema alla spalla che ne ha limitato l'attività, la 18 enne velocista romana riparte dall'Aniene per giocarsi tutte le proprie possibilità in vista delle Olimpiadi di Londra 2012.
A raccontarci in esclusiva le ultime settimane di Silvia ci pensa il suo coach storico, Enrico Zito, che segue il giovane talento romano dall'età di otto anni.
"Il passaggio all'Aniene - commenta l'allenatore - è dovuto sostanzialmente alla mia scadenza di contratto con il Forum e la società non ha ritenuto necessario proseguire il nostro rapporto. Dal momento ch Silvia ha voluto continuare comunque ad allenarsi con me, io e lei abbiamo cercato una società che ci desse la possibilità di andare avanti con il nostro percorso. Gianni Nagni e l'Aniene ci hanno dato la possibilità di proseguire e siamo stati ben contenti di accettare. All'Aniene ho la deroga di allenare solamente la Di Pietro ed iin vasca lavoro insieme a Massimo Meloni - continua l'allenatore-. Anche per Silvia è importante confrontarsi con altri atleti di livello e si è integrata benissimo con il gruppo dei velocisti dell'Aniene."
Una stagione difficile quella appena terminata dalla Di Pietro con un infortunio alla spalla che non gli ha permesso di giocarsi la propria carta per i mondiali di Shanghai "Non voglio dirlo troppo presto - prosegue l'allenatore- ma per ora il problema non si è fatto sentire. Da circa sette settimane nuota tranquillamente senza nessun fastidio. La sua fortuna è stata il fatto che è stato possibile curarla solamente con fisioterapia senza ricorrere all'operazione.Il progetto adesso è chiaramente quello di piazzarsi per le Olimpiadi di Londra. E' un obiettivo importante - termina Enrico - e vogliamo provarci. "