Swimbiz e Arena materia di laurea. E l’idea di una borsa di studio per ex atleti

Arena swimwear

Copyright foto: ufficio stampa arena

Che nuoto italiano e università vadano a braccetto, non è una novità. Specialisti e laboratori degli atenei offrono ai tecnici di alto livello dati scientifici sull’andamento degli allenamenti e raccontano di uno sport appena all’inizio della sua crescita(leggi qui). Ma questo mondo così dinamico e mutevole, funge a sua volta da grande laboratorio di sperimentazione ed evoluzione per il macrocosmo che gira attorno ad esso.

estratto-tesi

Ad esempio, la comunicazione. Un anno fa, nella sua tesi di laurea, la lettrice Cecilia Amani riconobbe approfonditamente al nuoto e a Swimbiz.it il ruolo svolto nell’evoluzione del giornalismo sportivo(leggi qui). Oggi, altrettanto ha fatto un’altra lettrice e fresca laureata, Martina Marraro: trattando, stavolta, il panorama aziendale dei marchi di swimwear, scrive di Swimbiz.it “Un vero e proprio “contenitore” il primo, e unico, che racconta a 360 gradi gli sport acquatici e l’economia che si cela alle spalle di questi, in Italia e in tutto il mondo. E’ stato fondato cinque anni fa da Christian Zicche, giornalista sportivo economico”.

img-20161205-wa0015

La sua tesi studia la storia di Arena e del suo logo, protagonista lo scorso anno di un “riposizionamento” per rafforzare l’identità dell’azienda. Anche attraverso un ritorno alle sue radici, perché come dichiara a Swimbiz.it Enrico Maria Tricarico, General Manager di Arena per l’Europa Centro-Meridionale “Un’azienda è figlia delle scelte fatte nel tempo. Quando Horst Dassler figlio del fondatore di Adidas Francia – fondò Arena, poteva diventare un brand multi sport. Non l’ha fatto ed è diventato specialista dell’acqua”.

 

In allegato, la tesi di laurea "Strategie di rebranding, analisi del caso Arena Water Instinct”: Clicca qui per l'allegato

Enrico Maria Tricarico
Enrico Maria Tricarico

Ma, parlando di sport e università, sarebbe fattibile la creazione di borse di studio per ex atleti? “Al momento no, ma in futuro potrebbe essere realizzabile, coerentemente con i tempi e modi che abbiamo. In generale, si sta andando verso quella direzione: personalmente siamo rimasti colpiti dal progetto di Marco Del Checcolo – manager della comunicazione di Federica Pellegrini per fornire ad agonisti ed ex atleti gli strumenti per inserirsi nel mondo extrasportivo.

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram