Tania Cagnotto, un tuffo in politica?

Il commento di Swimbiz: FONTE SWIMBIZ-La Politica tenta la vasca, e non è la prima volta nell'ambito acquatico, basti pensare all'assessore Giorgio Lamberti o al senatore Paolo Barelli…

Copyright foto: LaPresse

Il tormentone Cagnotto è iniziato da tempo, almeno sul fronte sportivo. La nostra numero uno del trampolino aspetta Rio come ultima Olimpiade, e sul futuro ha già detto che, salvo decisioni dell’ultima ora, questo sarà il suo ultimo tuffo. Certo in prospettiva non una buona notizia per il movimento tuffistico e la Federazione nuoto, considerato che dietro al fenomeno Cagnotto non si registrano al momento eredi, sia sul fronte femminile che maschile. E anche per la parte sponsorship la Tania nazionale (management Dao) rappresenta ad oggi, per visibilità e per dati aggiornati – rispettivamente l’87% di notorietà, il 53% di gradimento e il 58% di fiducia da parte del pubblico italiano secondo Repucom(leggi qui) - un appeal unico tra gli sportivi di grido nazionale. Ma sul futuro della gialloverde - i colori del gruppo sportivo della Guardia Di Finanza cui appartiene - bolzanina molto si ragiona anche in ambito extra sportivo. E sul fronte della politica, i primi a muoversi sono stati quelli di Scelta Civica, partito di governo - che vede tra le sue fila parlamentari l’olimpionica Valentina Vezzali - che per le amministrative di tarda primavera a maggio a Bolzano hanno “sondato”  Tania. Un breve incontro in piscina, tra un tuffo e l’altro, con Tania interessata all’impegno civico della politica, ma concentrata al momento in direzione olimpica. Insomma nessuna risposta certa, ma nel futuro di Tania un tuffo in politica ci potrebbe stare.

zicche@swimbiz.it