Tania, il fascino dell’oro

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Tania, i particolari che portano all’oro…

Copyright foto: LaPresse

Sempre leggera sulla tavola, con quel pizzico di pathos al penultimo tuffo. Cosa ho guardato? La grazia estrema del gesto, la perfezione e la grinta in quei pochi, ritmati gesti pre salto. Si accarezza il petto, strizza la coda bionda bagnata, il piede sul rullo a cercare la giusta tensione, la pelle asciugante lanciata con un rapido movimento. E’ pronta Tania caterpillar da un metro, oro annunciato e messo in borsa al primo colpo. Ma lo ammetto, anche terribilmente sexy con quel costume un po’ così. Rosa e leggermente trasparente, sul petto. No, non siamo guardoni del particolare, per carità, ma Tania Cagnotto non lascia nulla al caso. Sarà forse la reminiscenza del servizio di Playboy, dove apparve maliziosa, sarà forse che la ragazza unisce la grazia del trampolino a un indubbio fascino da sportiva e donna ormai cosciente del suo piacere. Piace Tania, con quella vocina un po’ acerba che fa rima con essere fantastica dal trampolino. Un tuffo al cuore invece vedere Maria Marconi in lacrime per un quarto posto che fa male veramente, ma purtroppo alle volte solo il cronometro è veritiero….
 
zicche@swimbiz.it