Tempi Pellegrini, vecchie abitudini

Copyright foto: Pietro Bertea-Swimbiz.it

E' primavera anche in vasca, come sempre tutto un fiorire di campionati, trials, meeting, tempi, classifiche, confronti e proiezioni (o scommesse) in vista del grande evento estivo. Ancor più quando si cada in stagione intercontinentale - è l'anno dei Mondiali -  e l'ansia da prestazione, cronometrica e da annotare sui ranking in continuo aggiornamento, si allarga all'intero globo (terr)acqueo.

E questa serata di mezzo aprile ci dice che una delle gare che da un decennio interessa assai noi italiani, i 200 stile femminili, vede Federica Pellegrini ancora stabile tra i tempi da finale: mademoiselle Charlotte Bonnet oggi segna 1'56"57 che praticamente vale l'1'56"60 della Divina (6° miglior crono dell'anno). La differenza? Più di qualche anno in meno per la francese e molte delle rivali, eppure l'azzurra tiene ancora botta con apparente facilità. Roba da scriverci su ogni giorni, ma Fede e gli infiniti calambour sul suo nome dimezzato al solito campeggiano in titolo e interviste più per le info sulla vita sentimentale, la tv, il futuro. Nulla di grave, vecchie abitudini di sempre per le quali anche lei ha fatto il callo. Purché se ne parli, ma impariamo anche a godercele finché ancora possiamo, queste sue prestazioni. Senza ansia.

moscarella@swimbiz.it