Tesori sommersi: 20 record italiani di apnea al 1° Trofeo Speed&Endurance Gonzatti

Copyright foto: Fipsas

Avete letto bene. Venti primati nazionali stabiliti in un solo meeting, quando si dice ‘buona la prima’, nell’edizione di lancio del Trofeo Speed&Edurance Gonzatti di Genova in vasca corta. Come suggerisce il nome, le gare in programma erano gli antipodi dell’apnea indoor: resistenza dell’apnea enduranece sui 200, 400 e 800 m in vasca corta e la velocità pure dell’apnea speed sui 50 e 100 m.

C’era Martina Mongiardino, leader mondiale della endurance e recentemente protagonista insieme ad Alessia Zecchini di un suggestivo servizio fotografico per Swimbiz.it(leggi qui), autrice in 4’19’’90 del nuovo record italiano e miglior prestazione mondiale nei 16x25 m. C’era Angelo Sciacca, atleta in equilibrio tra dorso e apnea, anch’egli da record nazionale e miglior performance mondiale (26”32) nell’apnea speed senza attrezzi sui 50 m, come pure il compagno di squadra Matteo Rum – per lui record italiano nei 400 m, con frazioni da 50, endurance con monopinna (5’39”47) – col quale lo stesso Sciacca aveva duellato un mese, finendo per stabilire un altro record italiano(leggi qui). E c’erano tanti e tante altre, in una festa da venti record, tesori sommersi in vasca.

I venti record italiani stabiliti (Fipsas)

moscarella@swimbiz.it