Thorpe. Il fisico è salvo, ora tocca alla sua mente

ian20thorpe204.jpg

Copyright foto: getty images

 Finalmente una buona notizia per Ian Thorpe. L’ex nuotatore olimpico, dopo tre settimane di ricovero, ha lasciato l’ospedale. Aveva contratto un’infezione causata da un superbatterio potenzialmente mortale, uno stafilococco metillicino-resistente, che ha dilagato in alcuni ospedali europei. Aveva attaccato il suo fisico a seguito di un intervento chirurgico alla spalla sinistra, cui si sarebbe sottoposto in Svizzera. La malattia era l’ultimo di una serie di sconvolgimenti nella vita del vincitore di 5 ori olimpici. “Ora ha recuperato e sta bene. Siamo ottimisti, ma c'è sempre il pericolo di una ricaduta” ha detto il manager di Thorpe, Willl Erskine, al sito del Daily Mail - Ora verrà ricoverato in struttura sanitaria  per il trattamento della depressione”. Il manager ha parlato anche di Geoff Huegill, fermato dalla polizia per possesso di sostanze illegali “Una situazione difficile, che certo non aiuta lo sport australiano”.
 
  ugo@swimbiz.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram