Torna la storica 24 Ore di Tolentino, per rinascere dopo il terremoto

Il commento di Swimbiz: Dotto, Meynard e tutti gli altri con la Cuffia del cuore, il cui ricavato va interamente alle popolazioni colpite dal sisma.

Copyright foto: LaPresse

Una 24 Ore di nuoto che debuttò già nel 1985, in quella Tolentino sede e cuore del brand italiano Arena. E proprio il marchio dei tre diamanti arricchisce l’edizione di quest’anno, già in svolgimento tra ieri e oggi, di un ulteriore significato. Perché tutti partecipanti indosseranno al Cuffia del cuore, un’edizione limitata presentata l’inverno scorso(leggi qui), già in vendita e il cui ricavato è interamente devoluto alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto. “Una storica occasione di incontro nel cuore della nostra città. arena è da sempre attiva nel territorio, ma ora più che mai Tolentino ha bisogno di fondi per la ricostruzione e di attenzione da parte dei media“ l’appello di Luca Selvatici, Co-Ceo del brand. Partecipanti e testimonial e partecipanti d’eccezione il campione europeo e recordman italiano dei 100 stile, Luca Dotto, e l’argento olimpico francese William Meynard, che proprio nelle Marche è poi diventato dirigente, al Team Osimo Nuoto(leggi qui).

moscarella@swimbiz.it