E’ trionfo mediatico per il nuoto italiano, L’Eco della Stampa conferma

Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti a Rio 2016

Copyright foto: Getty Images

Non è che la conferma di quella che ben cinque anni fa fu l’intuizione di Christian Zicche, quando fondò Swimbiz.it: successi come Sidney 2000 o Pechino 2008 erano solo l’inizio, il nuoto in Italia sarebbe entrato in una nuova fase storica. Una crescita non solo sportiva, ma soprattutto mediatica “Eravamo un popolo di santi, navigatori e pallonari. Ora siamo anche nuotatori la frase con cui ha sempre sintetizzato questo concetto. Già i dati della Ebu-Uer sanciscono puntualmente la Rai come tv pubblica europea che dedica il numero maggiore di ore agli sport acquatici, ogni anno e per distacco sulle altre tv di Stato europee.

L’Eco della stampa, prestigiosa e storica piattaforma di monitoraggio dei media italiani fin dal 1901, pubblica oggi una ricerca che certifica la consacrazione del nuoto italiano. Effettuata su un panel comprendente oltre 14.000 testate italiane (testate stampa, maggiori siti web di attualità e principali emittenti radio-televisive italiane). Il periodo analizzato varia in funzione della specifica ricerca, è comunque compreso tra il 01/01/2016 e il 16/08/2016 ed è specificato all’interno del testo. In particolare, per le classifiche relative a sportivi e discipline olimpiche più citate e alle regioni con maggior numero di articoli a livello locale il periodo di rilevazione dal 01/08/2016 al 16/08/2016. Ed ecco i risultati:

 

  • L’atleta italiana preferita dai media è Federica Pellegrini: tra l’1 e il 16 di agosto sulla portabandiera azzurra sono stati pubblicati ben 1.023 articoli, tra anticipazioni della cerimonia d’apertura, attese del pre-gara e commenti successivi. Sul secondo gradino del podio tra gli sportivi azzurri protagonisti su quotidiani e siti web c’è Tania Cagnotto, con 682 pezzi dedicati alle due medaglie vinte e al prossimo ritiro della tuffatrice. Il bronzo dell’attenzione mediatica rimane ancora in piscina con il trionfatore della 1.500 metri stile libero, Gregorio Paltrinieri, che si aggiudica 595 articoli.

 

  • L’atleta straniero più citato sui media italiani è Michael Phelps, il pluri-medagliato nuotatore statunitense a cui sono stati dedicati 795 articoli. Segue, come prevedibile, Usain Bolt che raccoglie 632 pezzi. Si torna in acqua per il terzo gradino del podio, con Katie Ledecky, che oltre alle 5 medaglie vinte in piscina si aggiudica 383 articoli. Persino Sun Yang è nella top ten, 6° con 249 articoli.

 

  • Tra gli sport a cui le testate italiane hanno dedicato maggiore attenzione nel periodo olimpico (dal 1 al 16 agosto) si piazzano nei primi tre posti l’atletica, con 2.095 articoli dedicati, il nuoto con 1.389 pezzi e la scherma, a quota 1.012. Ai campioni della piscina sono stati dedicati in media 86 articoli al giorno. Ma ancor più significativi dati nel periodo pre olimpico, i primi 7 mesi dell’anno, con una media di 25 articolo al giorno.

 

  • La regione più interessata ai Giochi di Rio sembra essere la Lombardia, con 1.519 pezzi. Al secondo e posto troviamo i 1.146 articoli del Veneto e gli 866 dell’Emilia-Romagna. Nelle tre regioni lo sport a cui è stato dedicato maggiore spazio è il nuoto. Al quarto posto tra le regioni che hanno parlato di più di Olimpiadi si piazza la Sicilia, con 682 pezzi e la scherma protagonista sulle testate dell’isola.

moscarella@swimbiz.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram