In tv tutto vale(s): l’importante è che sia acqua

Il commento di Swimbiz: Boom di “acquatici” in televisione, sportivi dall'immagine vincente.

Che il nuoto, in ogni sua disciplina, tiri parecchio, è evidente anche in televisive. Ragazzi belli, vincenti e 'mediatici'. Sempre buoni per spettacolo e audience, soprattutto in questo periodo in cui l’acqua tiene a galla lo sport italiano. Particolare concentrazione si è vista nel talent show Tú sí que vales. Tra i concorrenti, il duo misto di sincro (d’oro mondiale vestito) Giorgio Minisini-Manila Flamini s’incrocia idealmente col terzetto di tuffatori guidato dall’high diver Alessandro De Rose, anch’egli medagliato mondiale a Budapest 2017. Finita qui? Neanche per sogno, perché nello stesso programma l’acqua è ancora protagonista con i ‘baci subacquei’ di Alessia ZecchiniCristina RoddaLivia Bregonzio e Vincenzo Ferri, azzurri della nazionale Fipsas di apnea.

Dal Max Rosolino di Ballando con le stelle al pallanotista Amaurys Pérez che ne ha idealmente seguito le orme. Dai ‘tuffi vip’ di Splash! Stasera mi tuffo alle esibizioni sul palco di Tania Cagnotto, Giovanni Tocci, Tommaso Rinaldi, senza scordare il docu-reality sulle sincronette azzurre Vite in apnea. Una vera ‘caccia all’azzurro’, immagine vincente e sempre più di massa.

moscarella@swimbiz.it