A un anno dai Mondiali di Budapest, la potenza dell’Ungheria

Il commento di Swimbiz: Quattro ori in una sola giornata, il biglietto da visita magiaro per Budapest 2017.

Copyright foto: Getty Images

Hozzsu, Cseh e Kapas, i volti vincenti dell'Ungheria. I magiari hanno monopolizzato la giornata del giovedì ai campionati europei di Londra portando a casa un bottino straordinario, fatto di 4 ori. Prima ha cominciato Boglarka Kapas (8’21”40), prima negli 800 stile femminili precedendo la padrona di casa Jaz Carlin, ha raddoppiato la solita consueta tetragona Katinka Hozzsu, vincendo i 200 misti (2’07”30 record dei campionati), e superando le "brit" O'Connor e Miley. Terzo oro con Laszlo Cseh, avversario storico di Michael Phelps, nei 200 farfalla e con un 1’52”91 netta 1° prestazione mondiale dell’anno e messaggio olimpico. Dulcis in fundo il quarto titolo nella staffetta 4x200 stile donne (7’51”63), con Zsuzsanna Jakabozs (una delle nuotatrici più affascinanti del circuito), Evelyn VerrasztoBoglarka Kapas e la immarcescibile "Iron Lady". Il tricolore verde-bianco e rosso in orizzontale (a differenza di quello italiano verticale) si è preso l'Europa, come Attila. E il prossimo anno, appuntamento mondiale a Budapest, tanto per gradire...

guarnieri@swimbiz.it