Verso i Mondiali, si punta anche sul design (e sulla femminilità)

Il commento di Swimbiz: Persino i costumi da gara sono ormai attenti anche all'eleganza, specialmente nel reparto donne.

Copyright foto: Arena

Colore, colore, colore, scriveva già nel 2013 Swimbiz.it(leggi qui). Era quello che sempre più andavano cercando gli acquirenti di costumi e swimwear: colore, varietà, stile, personalizzazione... E in quella direzione stanno andando anche i costumi da gara. Sempre più tecnologici ed efficienti, certo, ma anche attenti al design. Specie nel reparto donne, ormai stufe dello stereotipo nuotatrice=maschiaccio e fiere di mostrare la loro femminilità anche con un costume da competizione.

Con i Mondiali che si avvicinano, il nuovo modello lanciato da Arena, Carbon-Air2, punta sulla maggiore mobilità possibile per gli atleti, ma si può notare anche come uno dei modelli femminili (foto) mostri persino la coppa reggiseno in trasparenza. Nulla di scabroso (niente a che fare col celebre costume vedo non vedo di Laure Manaudou) ma anzi una decisa virata verso l'eleganza - alle lettrici ricorderà certamente Triumph - anche in gara.

moscarella@swimbiz.it