Ryan Lochte riparte da Tyr

Copyright foto: Tyr Sport

Che volesse continuare a nuotare, Ryan Lochte lo disse chiaro e tondo già ad agosto(leggi qui). La squalifica di 10 mesi inferta da Usa Swimming, causa falsa denuncia alle Olimpiadi di Rio(leggi qui), gli impedirà quest’anno di rappresentare la nazionale ai Mondiali. Non un dramma, sportivamente parlando, perché cade nell’anno post olimpico. Dalla prossima stagione, se vorrà, potrà tornare a usufruire di strutture e fondi federali e intanto trova un nuovo sponsor tecnico. La Tyr, infatti, annuncia di aver firmato col mistista pluriolimpionico “Felice di accogliere Ryan Lochte nella propria famiglia” dichiara l’amministratore delegato Matt Di Lorenzo. Interessante la scelta di parole da parte di Lochte “Mi ritengo fortunato, ad essere parte della loro famiglia”. Consapevole di vivere una rinascita personale - un figlio in arrivo dalla compagna- e mediatica che in pochi avevano pronosticato a fine estate(leggi qui). E potrebbe davvero risorgere anche in vasca, nell’era post Phelps.

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram