Spettacolo Italsalvamento ai mondiali:si parte con tre ori, due argenti e un bronzo

Copyright foto: swimbiz

 Bottino pieno alla "prima" dell'italia in terra australiana ai Mondiali di nuoto salvamento. L'Italsalvamento vola in testa alla classifica per nazioni e nel rescue inizia con l'argento di Marta Mozzanica nei 100 torpedo( 1'01"32) mentre Matteo Montesi nella medesima specialità va all'oro con 53"29. Nel percorso misto Chiara Pidello è bronzo in 1'14"69 mentre l'esordiente Laura Pranzo è quarta. Tra gli uomini trionfo sempre nel misto di Giovanni Legnani in 1'02"34 che "apre" al primo posto della staffetta 4x25 maschile , oro al collo di Costamagna, Legnani, Montesi e Pinotti in 1'o8"19. Staffetta d'argento per le donne- Mozzanica, Ferraguti, Cerquozzi, Pidello in 1'24"36.
Per Monica Muntoni, talent di Swimbiz per il nuoto salvamento "Buone notizie dall'altro emisfero per la prima giornata di gare della Nazionale impegnata in Australia. La prima medaglia ce la regala Marta Mozzanica che conferma sempre più di essere fortissima anche nella gara dei 100 manichino con pinne e torpedo portando a casa la medaglia d'argento, mentre per i maschi non ci sono sorprese (per fortuna) perchè Matteo Montesi non tradisce le aspettative e sale sul gradino più alto del podio.
Ottimo l'oro di Giovanni Legnani nei 100 percorso misto che migliora (e di molto) il quinto posto raggiunto nella scorsa edizione, gara che al femminile vede il bronzo di Chiara Pidello. 
Peccato per i quarti posti del Campione del Mondo del 2010 Federico Pinotti nella stessa gara, di Simone Procaccia e di Isabella Cerquozzi nei 100 manichino con pinne e torpedo, che non sale sul podio per soli 4 centesimi. 
Nelle staffette manichino ci confermiamo sempre presenti con l'oro per i maschi e l'argento per le femmine, un pò più indietro invece nei sottopassaggi.
Visti i tempi nostri e degli avversari ci si aspetta grandi cose anche dalle prossime giornate"
 
zicche@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram