E Stefano Tempesti tornò in azzurro

Copyright foto: Swimbiz.it

Certo, se mai avesse pensato a un ritorno in nazionale, non l'avrebbe sperato o immaginato così. Stefano Tempesti, argento e bronzo olimpico col Settebello, del quale è stato per anni capitano e simbolo, campione mondiale nel 2011. L'uomo che una volta Gianluigi Buffon definì il miglior portiere all sports che avesse mai visto, torna in nazionale per i Mondiali di nuoto a Budapest. Non per ripensamenti post olimpici, ma per lo spettro di una crisi influenzale - come riporta il sito federale, mentre l'Ansa scrive di morbillo - che aveva già costretto al forfait Valentino Gallo, sostituito da Andrea Fondelli. Per la stessa ragione, comunica il sito Fin "L'intera squadra della nazionale di pallanuoto è stata sottoposta ad accertamenti sierologici per l'esclusione di malattie virali. A conclusione degli esami, gli atleti Marco Del Lungo e Alessandro Velotto sono stati sostituiti in via precauzionale da Stefano Tempesti e da Cristiano Mirarchi".

moscarella@swimbiz.it

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram