Tokyo 2020, un ente unico per il marketing sportivo nipponico

Copyright foto: getty images

In vista delle Olimpiadi di Tokyo nel 2020, Il governo giapponese ha deciso d’istituire un ente, La Japan Sport Agency, con l’obiettivo di sviluppare il business inerente al mondo dello sport. Tale agenzia si relazionerà con i ministeri dello sport, istruzione e welfare. Come riporta il sito di Swimmingworld, l’agenzia, che prevede un personale di cento persone, inizierà i lavori a ottobre e a capo di questa nuova organizzazione ci sarà l’ex campione olimpico dei 100 dorso Daichi Suzuki, attuale presidente della federazione nuoto giapponese. Le singole federazioni, con la nascita di tale ente, continueranno a svolgere i loro compiti istituzionali, ma le attività di marketing, comunicazione e di business development  saranno decentrati nella Japan Sport Agency che per altro curerà tali processi non solo per le singole federazioni ma anche per le Olimpiadi a Tokyo. La scelta di Suzuki va ricercata nella sua capacità di sviluppare il nuoto nipponico, aumentando il numero degli atleti medagliati nelle competizioni internazionali negli ultimi 4 anni, grazie anche a una partnership con la federazione australiana per condividere risorse, allenatori e tecnologie.
 
facchini@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram