Un argento ad maiora

Copyright foto: getty images

“Le ho viste proprio belle: leggere e molto alte” commenta Francesca Gangemi, ex azzurra e talent Swimbiz per il synchro, vedendo l’Italia esibirsi in Coppa Europa a Hoofddorp, in Olanda. Medaglia d’argento nel combinato e tre quarti posti per una nazionale in crescita “Le ragazze stanno facendo un gran lavoro, i momenti d’incertezza del passato sono stati superati alla grande – eppure – sembra che i giudici vogliano vedere sempre di più”. Nel doppio, la coppia azzurra Linda Cerruti-Costanza Ferro “Molto bene, hanno tenuto le gambe alte e superato i 90 punti, a due dal bronzo della Spagna”. Forza, respirazione, musiche, interpretazione… nei mesi passati l’Italsynchro guidata da Patrizia Giallombardo si è affidata a specialisti di vari settori con l’obiettivo di una crescita globale “La forza dell’Ucraina è l’eleganza, la Spagna punta sulle spinte e su idee sempre nuove, la Russia è travolgente… l’Italia è qualitativa in ogni aspetto e, approfondendoli ulteriormente, sono sicura sia sulla strada giusta per tornare sul podio”. Anche perché, in Olanda, pur mancando alcune nazionali, un’avversaria diretta come l’Ucraina “Ha dimostrato un buon ricambio tra le atlete, ma sinceramente mi sarei aspettata di più e il punteggio dato dai giudici nel team free mi è sembrato un po’ troppo alto rispetto al livello dell’esercizio”.
 
moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram