Agnel pronto ai 200 olimpici (e per Phelps resta il migliore)

Sì, no, forse. Un mese fa, ripescato dalla Fédération Française de Natation per i 200 stile olimpici, dopo un errore tecnico nel cronometraggio che l'aveva tenuto fuori dalla corsa ai Giochi, Yannick Agnel avvisava "Se, in un qualsiasi momento della preparazione, vedrò che non sono nelle condizioni ottimali, non esiterò a farmi da parte". Andrà a Rio da campione olimpico in carica, non vuole solo partecipare, ma ben figurare. I campionati francesi non erano andati come lui e l'ex Dt Lionel Horter speravano. Aveva anche accarezzato l'idea del ritiro. Ora, più tranquillo, dichiara all'agenzia di stampa RmcSport "Penso che parteciperò a entrambe le gare, staffetta 4x200 stile libero e 200 stile individuali". L'agnello ha ancora quattro mesi per dimostrare di essere tornato il Coccodrillo ammirato dallo stesso Michael Phelps, con cui si allenò per un breve periodo a Baltimora. Di lui, lo statunitense ha detto il mese scorso a L'Equipe "Resta il più grande talento su quella distanza. E se arriverà al 100% della forma, sarà un osso duro da battere".

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram