Barelli all’Ansa: Speranza ci spieghi dove sono finite le piscine.

Nuovo intervento del Presidente della Federnuoto, l'On. Paolo Barelli sulla situazione in stallo delle piscine in Italia.

Intervistato dalla agenzia di stampa Ansa ha dichiarato:

Ho scritto al ministro Speranza per denunciare che nel testo del decreto approvato in preconsiglio dei ministri, la data di riapertura delle piscine coperte non è nemmeno citata. Le piscine coperte sono sparite, non ci sono più! Il governo (o il CTS?) ritiene quindi che le piscine coperte, pur rispettando rigide linee guida, sono le uniche strutture e attività in Italia da tenere chiuse! Sarebbero loro quindi a diffondere il virus… Siamo su scherzi a parte! Ma lo scherzo è drammatico.

È inaccettabile pensare che qualche virologo imponga questa linea al governo. Scuole, trasporti pubblici, bar, ristoranti, stabilimenti balneari, alberghi, teatri, cinema, terme, tutti riaprono anche al chiuso ma le piscine invece no, rimangono serrate, come se fossero loro la causa del virus.

Inoltre di ristori e sostegni si sono viste solo inutili briciole! Chiedo un incontro immediato chiarificatore al ministro perché sono migliaia i gestori che da quindici mesi sono fermi e non sopportano decisioni incomprensibili che creano un danno d’immagine ed economico e provocheranno reazioni da parte degli operatori”

 

C’è davvero da chiedersi se ai vertici del CTS ci sia qualcuno che “odia” le piscine...

palazzo@swimbiz.it   

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram