Il consiglio di Rachele Bruni alle matricole: un’esperienza in America

Meritate vacanze in California per la fondista pigliatutto Rachele Bruni. Che al dilettevole unisce l’utile, segnala il sito della Federnuoto, con una visita alla University of Southern California. Complice il tecnico Fabrizio Antonelli, con la sua attitude internazionale(leggi qui), che le ha aperto la possibilità di vedere da vicino uno dei college statunitensi più noti per i suoi programmi natatori, universitario e d’élite. Conquistata dalle strutture della Usc, ma anche dal tifo e senso di appartenenza degli atleti e studenti, la vice campionessa olimpica della 10 km ha commentato “C'è una concezione completamente diversa da quella dello sport in Italia. Se potessi tornare all'anno dopo la maturità, farei sicuramente un'esperienza come quella che offre l'Usc, e la consiglio". Tra gli alti, in tempi recenti si è allenato lì anche il bronzo mondiale Federico Colbertaldo che a Swimbiz.it commentò con un misto di comprensione e dispiacere la decisione dell’allenare capo, Dave Salo, di chiudere temporaneamente le porte del team d’élite agli atleti stranieri(leggi qui) “Il bello dei college è proprio il loro melting pot’: miscuglio di nazionalità ed esperienze, anche da parte di atleti che non possono ambire ad alti livelli.

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram