Diletta Carli: talento precoce, non forzato

Copyright foto: Giovanni di Marco

Non sono tempi facili per la sua Versilia, ma tornare a casa è sempre speciale. Diletta Carli si allenerà a Massarosa, come scritto quattro giorni fa da Swimbiz.it(leggi qui), ricercando la forma in tranquillità. Un buen retiro natatorio, con la possibilità di un futuro ritorno a Ostia Centro Federale, base di Stefano Morini “E’ probabile. Tutto si è svolto in modo sereno e collaboriamo sempre col Moro” commenta a Swimbiz.it Franca Zappelli, Presidente di Tirrenica Nuoto, società di Diletta. Il tempo è amico dell’azzurra. Ha vent’anni, dopo essersi messa in luce da giovanissima. Come giovane è il tecnico che la segue, l’ex argento mondale di fondo Melissa Pasquali “L’ha scelta Diletta, perché è come un’amica per lei – esempio raro in Italia, se non unico, di un’allenatrice alla guida di un nuotatore d’alto livelloè vero. Le donne stanno emergono alla grande in altri settori, perciò auguro a Melissa di portare avanti questa disciplina”.

Molti scrivono di un impatto mediatico eccessivo, dopo la precoce esplosione di Diletta Carli nelle gare che hanno reso grande Federica Pellegrini “In realtà, Diletta non ha mai subito questa ‘pressione’. Perché quei risultati non furono frutto di forzature, ma dei suoi meriti. Al secondo anno, da Esordiente A, fece il tempo per i Categoria. Ma non fu portata, proprio per evitarle stress precoci”. Il 23, gareggerà ai preliminari di Coppa Brema “Ha scelto anche alcune gare di squadra - perché il senso di gruppo c’è sempre – ma senza sovraccaricare”. Gli ultimi due anni sono stati funestati da qualche problema di salute, ma lo sport, il nuoto, è pieno di atleti tornati alla grande dopo un periodo di difficoltà “Il fisico c’è, la testa anche e tutti ci auguriamo che torni la Diletta che conosciamo”.

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram