Flash News Tuffi Pellacani e Santoro verso gli Europei di Roma: “Molto emozionati e vogliosi di fare bene”

Copyright foto: Federnuoto/deepbluemedia

Gli eredi di Tania Cagnotto, nella classe maschile e in quella femminile. Dopo lo straordinario Europeo di Budapest in cui l’Italtuffi ha vinto ben 7 medaglie tutte sue delle straordinarie 44 complessive conquistate dagli azzurri, si parte per l’evento del cuore. Quello che da particolari emozioni e che si svolgerà a Roma nel prossimo mese di agosto.

Si fanno sempre più vicini gli Europei acquatici allo Stadio del Nuoto e a Ostia e le giovani generazioni, già plurimedagliate e pluridecorate, fenomeni del trampolino, si preparano a partecipare alla competizione in casa che mette sempre un po’ di timore in più. Solo emozione, tantissima emozione e voglia di fare bene. Lo hanno raccontato Chiara Pellacani (Fiamme Gialle) e Matteo Santoro (M.R. Sport dei Fratelli Marconi Associazione Sportiva Dilettantistica) a Swimbiz.it. La coppia dorata dei 3 metri sincro misto agli scorsi Europei di Budapest vinti con record d’età, punta a replicare un affascinante successo in casa e davanti al pubblico italiano.

Presenti alla serata finale dell’Italian Sportrait Awards 2022 al The Village del Parco dei Medici, hanno vinto anche lì, felici di averlo fatto. Lo hanno fatto nella categoria Team Giovani e per due volte. Hanno ricevuto non solo il Premio del 2022 odierno, ma anche il precedente del 2021 che non era stato consegnato a causa delle restrizioni anti Covid. Doppia statuetta allora per la coppia azzurra ieri sera che, con una punta di gioia e di quell’emozione che contraddistingue sempre chi, giovanissimo, gareggia e vuole crescere nel sogno della vita, sogna un Europeo da protagonista dal trampolino.

Chiara Pellacani

“Sono molto felice che ci saranno gli Europei a Roma. Avremo l’opportunità di gareggiare in casa, una bella favola. Dai risultati avuti sembra che ci sarà un bel futuro per noi. Sicuramente c’è sempre qualcosa da migliorare nel sincro, per raggiungere la perfezione”.

Matteo Santoro

“Sono molto emozionato al pensiero degli Europei. A quest’età non mi sarei mai aspettato di vivere una cosa del genere. C’è un po’ d’emozione e speriamo bene. L’esperienza è importante per fare bene e si può sempre migliorare”.

 

giorgi@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram