Giuliani “Grimaldi ha ancora tanto da dare. Tra coach e atleta serve rispetto dei ruoli”

Copyright foto: Gian Mattia D'Alberto-La Presse

“Ricucire? Stando in politica ho visto di tutto, ma non mi sembra il caso”. A Swimbiz.it il ct dell’Italfondo e sindaco di Piombino Massimo Giuliani parla della separazione tra il tecnico Fabio Cuzzani e la numero uno azzurra del fondo Martina Grimaldi(leggi qui) “Tra le più forti atlete che abbiamo, ha ancora tantissimo da dare e la Fin ci tiene che ritrovi la sua tranquillità. A tempo debito, saranno rese note le ragioni della decisione”. Nel frattempo, la priorità è trovare una nuova guida tecnica per la medagliata olimpica e campionessa mondiale “Ha dietro due società valide come Fiamme Oro e Uisp Bologna; quest’ultima unisce grande tradizione a giovani tecnici di valore, e quest’anno si è già allenata presso di loro. Perciò a breve troveremo insieme, lei e la Federazione, la decisione ottimale. Per il futuro, si vedrà – Giuliani ribadisce che – il rapporto atleta-allenatore è unico: conta avere obiettivi comuni, mezzi condivisi per ottenerli e disponibilità reciproca al sacrifico, ma imprescindibile è rispettare i ruoli. Inoltre serve fiducia, poi non è necessario essere amici”. Il ct esclude che una come Martina scelga di saltare i Mondiali “Il lavoro l’ha svolto, e in modo progressivo. Ai collegiali vedevamo che qualcosa non andava, ma lei dava sempre tutto – da campionessa – il 7 giugno s’impegnerà al massimo agli Assoluti per cercare la qualificazione mondiale, e non è detto che sia nella 10 km olimpica”. Al Salotto Acquatico, Giuliani una volta raccontò il sistema intranet con cui gestisce il fondo(guarda il video); senza gli impegni politici, ritiene che avrebbe potuto fare di più per impedire lo strappo? “A volte qualcuno parla di questo, ma io dubito: in passato, quand’ero solo ct, ci sono stati casi di rapporti conclusi tra atleta e allenatore; comunque meno rispetto al nuoto o ad altre discipline. Sono situazioni che possono capitare; in questo caso la Fin ha seguito la vicenda e approfondito quand’è stato necessario ed è una decisione dell’atleta che va rispettata”.
 
moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram