Il mondo acquatico di Patrizia: domani è un altro giorno e si vedrà… il riscatto di Simona

La quiete prima della tempesta. C’è bonaccia alla Duna Arena al termine della seconda giornata senza medaglie per l’Italia. Ma siamo certi che le acque si stanno per agitare. In senso buono, ovviamente.

I (soliti) sussulti domani arriveranno dalla rana con Benedetta Pilato nei 50 rana. Non c’è bisogno nemmeno di scommettere: nella gara preferita la pugliese si inventa una magia ogni volta che rompe l’acqua. Cosa tirerà fuori dal cilindro? Lo scopriremo tra qualche ora. Domani è un altro giorno, come scrive il nostro direttore Christian Zicche. È un altro giorno sarà senz’altro per Simona Quadarella che cerca il riscatto negli 800 stile per dimostrare (a se stessa innanzitutto) che un pomeriggio storto può capitare anche alle regine, ma non per questo si depone lo scettro. Anzi, si combatte e si resiste. Resistenza: la capacità condizionale imprescindibile per ogni nuotatore. Soprattutto per un fondista.

Simona ci convive ogni giorno.

Patrizia Nettis per Swimbiz

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram