Il mondo acquatico di Patrizia: le notti magiche sotto il cielo di Tokyo

Ci sono notti magiche talmente belle che è impossibile anche solo immaginarle così straordinarie. Notti sotto il cielo di un’estate giapponese che diventa italiana con autorità (e autorevolezza) e ci porta nella storia. Non è una favola. Mamma mia che hanno fatto questi straordinari ragazzi della 4x100 stile. Per la prima volta sul podio, secondi (al momento) solo agli Stati Uniti. Permesso, scusate, nell’Olimpo della velocità ci siamo anche noi. Prepotentemente noi. C’è l’Italia che sbraccia in vasca, pretendendo e meritando (la giusta) attenzione e si sbraccia in tribuna tra urla, lacrime e gioia infinita degli altri componenti del team di nuoto azzurro. L’Italia che fa squadra, l’Italia che è (diventata) gruppo, l’Italia dello spogliatoio . Tutti per uno, uno per tutti, come in una staffetta appunto. L’argento di Mirressi, Ceccon, Zazzeri e Frigo ha il sorriso di chi il testimone se lo passa fuori la vasca oltre che in acqua. Che sa essere staffetta vincente di ambizioni sempre più grandi. Benedetti siano questi ragazzi che hanno aperto la corsia di notti (ci auguriamo) ancora più magiche. In cui non vogliamo smettere di tuffarci. Vogliamo viverla così questa avventura, senza frontiere e con il cuore in gola. Con il brivido che arriva e ti trascina via. E scioglie in un abbraccio la follia.

Patrizia Nettis per Swimbiz

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram