Minisini, ARGENTO anche con Flamini. Ma il vero obiettivo è Budapest

Copyright foto: Len tv

Sole quattro coppie, il misto tecnico impone abilità più che spettacolo e non tutti i sincronetti al maschile si sentono ancora in grado di competere. I più preparati, da un anno a questa parte, sono l’azzurro Giorgio Minisini - oggi affiancato dal capitano dell’Italsynchro Manila Flamini - e il russo Aleksandr Maltsev. E’ nuovamente Argento per l’Italia (86.1772), Russia ancora davanti (89.0902), ma non per doti superiori. “Loro hanno la libertà di poterlo allenare tutto l’anno, e concentrandosi solo sul misto – ricorda a Swimbiz.it Susanna De Angelis, madre di Giorgio e sua prima allenatrice – da noi, Manila e Mariangela (Perrupato, compagna di Minisini nel sincro libero n.d.r.) quest’anno ovviamente come priorità dovevano qualificarsi con la squadra alle Olimpiadi”. Ma per i Mondiali di Budapest 2017 anticipa un Minisini & co focalizzati e con la possibilità di lavorare per giocarsela ad armi pari. La sua vecchia società, Snc Civitavecchia, non fuma di rabbia per aver perso un personaggio così “mediatico” (oggi è tesserato Aurelia e Fiamme Oro), ma anzi si unisce ai complimenti. Segno che Minisini ha lasciato un buon ricordo. Del resto, l’azzurro è un trascinatore. E un lavoratore "Vorrei fare più gare, so già che le altre mi meneranno per averlo detto" commenta sorridendo al microfono Rai di Elisabetta Caporale. "E Rossella Pibiri, la sua allenatrice, gli ha dato un'impronta perfezionista: non lamentarsi con i giudici, ma analizzare ogni gara per capire subito dove migliorare". L’oro può aspettare, oggi si celebra il momento.

Il medagliere europeo dell'Italia: 1 Oro (Tania Cagnotto), 5 Argenti (Giovanni Tocci, Elena Bertocchi, Giorgio Minisini-Mariangela Perrupato, Giorgio Minisini-Manila Flamini, Tania Cagnotto-Maicol Verzotto) e 6 Bronzi (Linda Cerruti Solo libero e Solo tecnico, Linda Cerruti-Costanza Ferro nel libero e nel tecnico, Squadra Tecnico, Libero Combinato)

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram