Mondiali 2022: sul filo dei tre centesimi l’argento di Tete nei 50 rana.

Copyright foto: DeepBlueMedia per Federnuoto

C'è rammarico per un argento mondiale? se perdi l'oro per 3 centesimi sicuramente si.

Nicolò Martinenghi non concede il bis dei 100 rana nella gara più veloce per un soffio e si accomoda sul secondo gradino del podio chiudendo in 26.48 battuto per soli maledetti tre centesimi dallo statunitense Nic Fink; probabilmente un tuffo allo start non all'altezza della sua fama lo penalizza eccessivamente e non riesce a chiudere la rimonta per il titolo mondiale.

Complimenti anche a Simone Cerasuolo, allievo prediletto di Capitan Scozzoli con cui si allena in quel di Imola per un fantastico quinto posto sotto 27".

palazzo@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram