E’ nata una stella, Linda Cerruti Bronzo europeo

Copyright foto: Getty Images

London Linda. Anche l’allitterazione si diverte a celebrare la prima medaglia in singolo di Linda Cerruti. All’Aquatics Centre di Londra, l’azzurra si attesta saldamente sul podio nella finale libera, alla spalle della russa Natalia Ishchenko, macchina da ori, e dell’ucraina Anna Voloshyna. I primi Mondiali Assoluti di Linda a Shangai 2011. A 17 anni, le avversarie le saranno sembrate lontane quanto la Cina dalla sua Savona. Eppure già sfiorava i 90 punti, eppure già era tra le prime 10 al mondo. Il neo Ct Patrizia Giallombardo puntò con decisione su di lei e sulla coetanea Costanza Ferro. Insieme alla Federazione hanno investito tempo, energie e denaro per metterle accanto figure internazionali in grado di farla crescere.

L'abbraccio tra Linda Cerruti e Patrizia Giallombardo (Len tv)
L'abbraccio tra Linda Cerruti e Patrizia Giallombardo (Len tv)

Di suo, doveva metterci il carattere. Qualcosa che, giocoforza, arriva con l’età “A 22 anni due stelle come la francese Vrginie Dedieu o la spagnola Gemma Mengual avevano solo accennato quel carisma con cui avrebbero trascinato le loro nazionali negli anni successivi” ricorda Francesca Gangemi, ex azzurra e talent di Swimbiz.it del nuoto sincronizzato. Stasera, Linda Cerruti aveva tutto. La crisalide, maturata nell’ambiente sicuro di una nazionale compatta, si è schiusa. Ed è nata una stella. Non inganni l’assenza di alcune avversarie di valore, come la spagnola Ona Carbonell. Neanche un punto di penalità "burocratica" sul tempo della camminata in pedana è riuscito a fermare Linda. Ormai l'azzurra rivaleggia con le migliori.

moscarella@swimbiz.it

 

Linda Cerruti ha ritwittato l'articolo e pubblicamente ringraziato Swimbiz
Linda Cerruti ha ritwittato l'articolo e pubblicamente ringraziato Swimbiz
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram