Olimpiadi Tokyo 2020: La Divina alla quinta finale olimpica dei 200 stile: “20 anni di vita..”

Copyright foto: Federnuoto/deepbluemedia

La conquista di Fede della sua quinta finale alle Olimpiadi di fila, nei 200 metri stile che sono ormai il suo marchio di fabbrica e che porteranno per sempre il suo nome (come dice anche l’immenso Michael Pelphs, che l’ha vista nascere a Pechino 2008, mentre lui entrava nella leggenda con le numerose medaglie vinte), sta tutta nella sua espressione. Sembra una ragazzina che ha appena colto qualcosa di incredibile, a margine della semifinale al Tokyo Acquatics. E si commuove la Pellegrini già Divina da diverso tempo: “I miei quinti 200..” sa che deve parlare davanti ai microfoni di Raisport, per trasmettere le sue emozioni a chi si è svegliato presto in Italia per seguirla. E allora lei consapevole che comunque la storia l’ha già scritta e ampiamente (e anche ampiamente da tempo, senza Tokyo 2020), prende l’asciugamano tra le mani e si copre un viso provato dalla gara, dall’emozione e dalla leggenda.

“20 anni di vita..” e si commuove. Già tempo di bilanci per lei, ad Olimpiade non ancora chiusa, che questa notte potrebbe prendere la piega di qualcosa che va al di là della leggenda (con parola italiana ancora da inventare, dovremmo chiedere a Dante Alighieri). Come descriverebbe lui la conquista della quinta finale olimpica della Divina nei 200 metri stile libero della perfezione? “L’amore che muove il sole e le altre stelle”. Solo Dio può donare alla donna Federica un talento così e una missione così. Ha cambiato il nuoto e lo sta facendo in queste ore, in queste ore che magari tanti giovani vorranno iscriversi in piscina a settembre (aiutando anche gli impianti a rinascere) per sognare una carriera così. La sua espressione in viso di questa notte ricorda quella che aveva ad Atene 2004 sul podio. Lì Fede si chiedeva: “Che cosa ho fatto?”. Giovane, non ancora consapevole dell’argento, come la Pellegrini ha raccontato ai microfoni di SkySport. E lì Fede si chiedeva: “Che cosa ho fatto?”. Veterana, matura e ormai cresciuta, consapevole del talento e della conquista afferrata. Dopo la conquista della finale a Tokyo 2020.

Atene 2004, Pechino 2008 con oro al collo, Londra 2012, Rio 2016 e Tokyo 2020. Cinque Olimpiadi tutte targate con i suoi bellissimi 200 metri stile in finale. Quelli di 20 anni di vita. Adesso divertiti Fede, che il tuo talento e la tua rabbia agonistica faranno il resto.. e lì solo la leggenda può osare.

 

giorgi@swimbia.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram